25 novembre

In memoria di Biagio Siciliano e Giuditta Milella

La nostra scuola non porta il nome di un grande protagonista della storia o della cultura, ma quello di un ragazzo che è nato proprio qui, a Capaci, e che ha frequentato il nostro Istituto.

Il 25 Novembre ricorre l’anniversario del tragico incidente in cui persero la vita Biagio Siciliano e Maria Giuditta Milella, alunni del Liceo Classico Meli, falciati, alla fermata del bus in via Libertà, da una macchina della scorta del pool antimafia.

In memoria di quel tragico incidente, l’Istituto Comprensivo “Biagio Siciliano” ogni anno dedica un evento commemorativo ai due giovani colpiti da un destino casuale ma figlio di quel tempo di sangue e di lotta che, la mattina del 25 Novembre 1985, irruppe su una Palermo che conviveva forzatamente con il terrore e la paura.

Dalle ore 10.10 alle ore 12.10, in Aula professori, alla presenza della mamma e dei cugini di Giuditta, degli studenti delle classi quinte della scuola primaria A. De Gasperi e di quelle del nostro Istituto, alcuni allievi delle classi seconde della Scuola Secondaria di Primo Grado, hanno data vita ad un evento commemorativo che ha rappresentato un momento di doverosa memoria e di riflessione sul tema della legalità.

Nel corso della manifestazione un’ex allieva, Rosalia Mancuso, ha letto una lettera da lei scritta ed indirizzata a Biagio e Giuditta nell’anno in cui frequentava la classe III H. Infine il professore Benedetto Savona, alunno del Liceo Classico Meli nel 1985, ha raccontato il clima vissuto in quei drammatici giorni e il dolore dei compagni di Biagio e Giuditta, accomunati dal senso di appartenenza ad una scuola che brutalmente aveva conosciuto gli effetti indiretti del fenomeno mafioso.

logoIstituto comprensivo a indirizzo musicale Biagio Siciliano – Capaci PA

© 2019 Argo Software - Portale realizzato con la piattaforma Argo Web 3.1 - Template Italia configurato sul tema accessibile EduTheme V.2.5 (Jupiter)